Nelle Langhe la chiesa più colorata d'Italia

La Cappella del Barolo nelle Langhe, a La Morra, è un edificio policromo, chiamato anche Cappella delle Brunate, restaurato da Sol LeWitt e David Tremlett nel 1999.

Edifici più colorati d'Italia
Cappella del Barolo

Questa è la mia prima gita dopo il lock down  per il Covid19. Una botta di colore assolutamente salutare dopo mesi di reclusione! 
La Cappella delle Brunate o Cappella della Madonna delle Grazie è un edificio policromo, situato nel comune di La Morra ma sostanzialmente confinante con Barolo: è detta appunto Cappella del Barolo dal nome del pregiato vino prodotto nei vigneti circostanti. 

Cappella di Sol LeWitt a Barolo
Cappella del Barolo

In realtà questa chiesetta non è mai stata consacrata: venne costruita nel 1914 dai contadini che lavoravano nei vigneti limitrofi come luogo di riparo dalle intemperie. 
In seguito cadde in disuso fino al 1972 quando venne acquistata dalla famiglia Ceretto insieme ai 6 ettari del prestigioso vigneto di Brunate.  
Nel 1999 Sol LeWitt e David Tremlett la trasformarono in una tavolozza di colori. LeWitt si occupò della decorazione esterna attraverso la creazione di grandi campiture colorate, mentre Tremlett dell'interno, utilizzando la tecnica del wall-drawing, la stessa che ha applicato anni dopo in un'altra sua opera tra Langhe e Monferrato: la Chiesa della Beata Vergine del Carmine a Coazzolo 

Blog di viaggio più bello
Cappella del Barolo

La strada lungo la quale sorge la Cappella delle Brunate è uno dei più importanti percorsi panoramici delle Langhe, patrimonio UNESCO dal 2014 quando, durante il 38° World Heritage Committee in Qatar, i paesaggi vinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato vennero riconosciuti Patrimonio dell'Umanità.

Cosa vedere nelle Langhe
Le Langhe

Nel 2019, in occasione del XX anniversario del restauro della cappella, la famiglia Ceretto presentò in anteprima la mostra  Keeping Time, in onore dei due artisti che hanno valorizzato la zona e trasformato un semplice edificio rurale in meta turistica che vede circa 60.000 visitatori all'anno. Per l'occasione venne proposto un vinile, una pubblicazione e un programma di eventi ispirati ai due temi principali della chiesa: l'arte come risultato di collaborazione e la passione condivisa dei due artisti per la musica. 
Venne anche pubblicato un libro: La Cappella del Barolo di Sol LeWitt e David Tremlett. L'ultima eclissi del millennio.

Blog di arte
Interno della Cappella delle Brunate

La via che conduce alla Cappella è stata intitolata ai due artisti: Strada alla Cappella del Barolo di Sol LeWitt e David Tremlett. Si percorre a piedi o in bicicletta, lasciando l'auto all'inizio della salita.

Cosa vedere nelle Langhe
Cappella del Barolo

Come arrivare alla Cappella delle Brunate
Si raggiunge il comune di La Morra prendendo la A33 Asti-Cuneo con uscita ad Alba, oppure  la A6 Torino-Savona con uscita Cherasco.

Orari e costi della Cappella delle Brunate 
E' aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19. L'ingresso è libero.

Dove mangiare nelle Langhe
Se volete bere un buon bicchiere di Barolo, a La Morra o a Barolo ci sono molti locali per degustazione. Se invece volete portarvi i colori di Sol LeWitt anche nel cibo, vi consiglio un ottimo ristorante vegan ad Alba: SODA. Si può cenare fino a tarda serata. 

Dove dormire nelle Langhe
Collocato in un ex monastero seicentesco, il Relais San Maurizio offre piscine, centro benessere e la terza coloratissima Cappella di Tremlett, in cui l'artista ha ricoperto la superficie bianca delle pareti con le cromie della terra e dell’uva nella parte inferiore e quelle della luce e del sole nella campitura superiore. 
Ancora una volta un richiamo al paesaggio delle Langhe ed alle eccellenze vinicole di questa terra.

Libri in vacanza
Vi consiglio questi due testi, una guida della Cappella e una monografia riguardante Sol LeWitt:  La Cappella del Barolo e Sol LeWitt 



1 Commenti

  1. Interessante la cappella del Barolo. E' da andare a vedere!

    RispondiElimina