Bagno turco in casa? Oggi si può

Vi piacerebbe avere un Hammam nella vostra casa? 

Per chi volesse seguire un percorso di benessere senza andare in una spa, avere la possibilità di utilizzare il bagno turco quando si vuole e si ha tempo è senza ombra di dubbio un'incredibile comodità.

L’Hammam è infatti il luogo per eccellenza in cui trovare rilassamento e dedicarsi alla cura estetica e salutare di se stessi, un'occasione per rallentare i ritmi frenetici della nostra quotidianità, un luogo di relax in cui Oriente e Occidente si incontrano.
 
Come creare un Bagno turco in casa
Bagno turco in casa

Bagno turco e Hammam sono sostanzialmente sinonimi. Erede delle terme romane e del rituale di pulizia ottomana, il culto dell’Hammam ha origini antiche: pensate che se ne parla nella raccolta di novelle Le mille e una notte, del X secolo. Secondo la tradizione mediorientale è un luogo di benessere in cui alla cura del corpo si unisce il relax della mente. 
 

Benefici del bagno turco

All'interno del bagno turco si ha una temperatura di circa 40-50°C con un tasso di umidità pari al 100%. (La sauna invece opera in un ambiente secco, con un'umidità intorno al 15-20%).
L'azione sinergica del vapore e del calore ha molteplici effetti positivi: 
  • scioglie le tensioni muscolari
  • libera il corpo dalle tossine
  • elimina le imputità della pelle e la idrata  
  • favorisce la circolazione e la micro circolazione sanguigna
  • purifica le vie respiratorie 
  • rilassa la mente ed aiuta a scaricare le tensioni stimolando la naturale produzione di endorfine
  • rinforza le difese immunitarie 
  • favorisce il sonno 

Benefici del bagno turco
Lago Maggiore con neve
 
Ora immaginatevi una giornata fredda in riva al lago, proprio come in questa foto: il bagno turco che sto per presentarvi si trova infatti qui, in una casa in riva al Lago Maggiore
Cosa c'è di più bello del calore di un hammam mentre fuori scende la neve? 
Vi posso assicurare che realizzare un angolo di relax in casa propria è più semplice di quanto si creda. Se avete intenzione di ristrutturare il bagno è possibile, come in questo caso, trasformare il box doccia in una cabina con bagno turco inserendo un generatore di vapore freestanding. Se invece avete a disposizione uno spazio più ampio, allora si può creare un angolo di design, relax e multifunzionale. 
 
Coibentazione del vano bagno turco
Coibentazione del vano

Per la realizzazione di questo bagno turco, durante il progetto di ristrutturazione ho pensato di sfruttare il volume doccia esistente raddoppiandone però la profondità, in quanto una parete della doccia confinava con un vano contenitore, molto alto e pressochè inutilizzabile, sul mezzanino della scala. Le dimensioni complessive sono di 80x190, misura che consente quindi di stare anche comodamente sdraiati.

Passaggi indispensabili per la realizzazione di un hammam domestico:

  • coibentazione del vano con materassini isolanti
  • realizzazione di un controsoffitto leggermente in pendenza per evitare sgocciolamento dell'acqua di condensazione. L’altezza del vano non dovrebbe superare i 220 cm, per permettere di concentrare l’azione del vapore sul corpo senza sprechi dovuti alla naturale tendenza del calore a salire verso l'alto
  • adduzione acqua e punto elettrico che, a seconda della scelta dell'erogatore di vapore, si possono trovare all'esterno o all'interno del box
  • posa di porte e vetri a tenuta stagna, per evitare dispersioni
  • scelta di un rivestimento adeguato che sia esteticamente adatto all'Hammam ( in questo caso ho proposto un mosaico sulle tonalità del grigio con inserti argentati) sia per la manutenzione
  • scelta del generatore di vapore più adatto alle esigenze personali
  • illuminazione del vano
  • creazione di nicchie o ripiani portaoggetti
  • realizzazione di una panca in muratura (ricordarsi di arrotondare sempre gli spigoli) o di una seduta freestanding.
Colonna doccia multifunzione
Colonna multifunzione doccia-bagno turco

Ho progettato delle nicchie in muratura in modo da avere a disposizione dei comodi porta oggetti e, attraverso l'inserimento di faretti, ottenere un gradevole effetto estetico e tutti i benefici della cromoterapia. Dopo aver adeguato gli impianti elettrico e idraulico, costruito il controssoffitto, coibentato il vano, ho proposto una colonna multifunzione Teuco dotata di caldaia per l'erogazione del calore. In questo modo, oltre alla facilità di installazione, si ha a disposizione: erogatore vapore,  erogatore di essenze per aromaterapia, doccetta a mano con funzione anticalcare su saliscendi e miscelatore termostatico 4 jet per il massaggio verticale.
 
benessere in casa
Bagno turco domestico
 
Il vincolo principale è dato di solito dalla portata massima dell’impianto elettrico domestico che generalmente è di 3kWh. Questo fattore incide anche sulla dimensione del bagno turco: maggiore è il volume, più energia servirà per poter generare la temperatura e l’umidità necessarie. Normalmente gli erogatori di vapore domestici sono tarati su una potenza leggermente inferiore ai 3 kWh: in questo caso la colonna installata è da 2,9. L'altezza è 190 cm e la larghezza 20,5 cm. Le colonne di ultima generazione richiedono indicativamente 2kWh nella fase iniziale di erogazione, con un consumo che via via si riduce nei minuti successivi.
E i costi?
Approssimativamente una colonna multifunzioni costa intorno ai 2000 Euro, ai quali dovrete aggiungere le spese di muratura, adeguamento impianti, rivestimenti e porta stagna. 

I benefici del bagno turco
Bagno turco domestico
 
Ho inoltre installato su una parete laterale un soffione indipendente con getto a pioggia, per usufruire del vano, anche solo per una semplice doccia, ma con cromoterapia!

Crometerapia nella doccia
Nicchie porta oggetti con faretti per cromoterapia
 

I benefici della cromoterapia

Che mi piacciono i colori lo sapete. Del resto il mio blog si intitola Una goccia di colore proprio perchè nei miei viaggi sono sempre alla ricerca di luoghi colorati. Non importa se architetture, installazioni, paesaggi naturali: dopo anni di esperienza nel campo della progettazione, dell'arredamento e del design mi sento di affermare che i colori hanno effetti terapeutici sulle persone.
La Cromoterapia, cioè la terapia dei colori, è del resto una medicina alternativa nota fin dai tempi più antichi: sono stati infatti tantissimi i popoli e le culture che hanno attribuito proprietà curative ai diversi colori. I maestri della medicina egizia già utilizzavano i pigmenti e le polveri colorate per potenziare le proprietà terapeutiche delle sostanze medicamentose. In Oriente, in particolare in Cina, India e Tibet era ed è praticata per riequilibrare le disarmonie emotive che influiscono sulle comuni malattie. Del resto la teoria dei 7 Chakra, ognuno dei quali è associato ad un colore, è tipicamente orientale, ma oggi si sta diffondendo anche in Occidente. La Cromoterapia infatti è stata riscoperta negli ultimi due secoli ed oggi è decisamente utilizzata nelle spa e nei luoghi del benessere per un trattamento rilassante completo. Nella Cromoterapia, ogni colore è associato ad una proprietà particolare, in grado di stimolare la psiche o la capacità di autoguarigione. 
 

Proprietà dei colori

Rosso: è il colore del primo Chakra, la connessione con la Terra, è  passione ed energia, combatte la depressione
Arancione: gioia, felicità e voglia di vivere
Giallo: è
collegato ai nostri sogni e desideri, governa l’accettazione di noi stessi, l’autostima ed il rapporto con gli altri. Chiarifica i pensieri ed è particolarmente indicato per lo studio e la memoria
Verde: corrisponde al Chakra del cuore e simboleggia amore, armonia, speranza e serenità. Il verde combatte l’ansia e dona tranquillità
Azzurro: è il colore del quinto Chakra, cioè quello della gola e ad esso sono
connesse le nostre facoltà espressive, la sincerità e la creatività
Blu: è rappresentativo di tutto ciò che riguarda l’intuizione, l’immaginazione creativa, la concentrazione e la lucidità mentale. Infonde pace e relax
Viola: rappresenta la spiritualità,
l’altruismo, l’umiltà, la fiducia, la compassione, il perdono, la sacralità

I sistemi di Cromoterapia nelle saune sono molto semplici: i faretti, ovviamente a tenuta stagna, riproducono i diversi colori e possono essere controllati attraverso un telecomando per selezionare la tonalità più opportuna.

E voi, cosa ne pensate?

Le proprietà dei colori
Bagno turco con cromoterapia

 

2 Commenti

  1. Penso semplicemente che sia fantastico! Il tuo progetto è stupendo...vorrei averlo io un bagno turco così.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, quando deciderai di realizzarlo.....contattami!

      Elimina