La fontana Stravinsky di Parigi


Cominciò con gli Shooting paintings, sparando con la carabina (o facendo sparare al pubblico) sul gesso che conteneva sacchetti pieni di colori.

Fontana Stravinsky Parigi
Fontana Stravinsky Parigi

Così iniziò la carriera di Niki de Sain Phalle.
L'artista attribuiva a questo atto un ruolo psicoterapeutico: fare esplodere la rabbia, soprattutto nei confronti del padre, rielaborarla ed infine trasformarla. Sostanzialmente trasmutare il trauma in un'esplosione di colori.

Fontana Stravinsky Parigi
Il cappello da clown

Continuò con le Nanas, donne giunoniche colorate e danzanti: un omaggio alla femminilità, alla dea madre, al potere muliebre ed alla fecondità che raggiungerà il suo apice nella Hon/Elle, una Nana incinta di 28 metri di lunghezza, 6 metri di altezza e 9 metri di larghezza esposta nel 1966 per soli tre mesi al Museet di Stoccolma e poi distrutta.

Fontana Stravinsky Parigi
Fontana Stravinsky Parigi

Stupì il mondo con opere straordinarie, anche grazie al sodalizio sentimentale e professionale con Jean Tinguely che sposò nel 1971, come  Il Giardino dei Tarocchi e la Fontana Stravinsky a Parigi.

Fontana Stravinsky Parigi
L'Uccello di Fuoco

La fontana Stravinsky è stata progettata nel 1983 ed è costituita da 16 sculture ognuna delle quali rappresenta un'opera del musicista Igor Stravinsky al cui lavoro di compositore la fontana rende omaggio. Niki ha realizzato le sculture colorate mentre il marito quelle meccaniche.

Fontana Stravinsky Parigi
Fontana Stravinsky Parigi

Gli spruzzi, i movimenti ed i suoni della fontana evocano le composizioni del grande maestro traducendo in arte scultorea quella musicale.

1 Commenti