Viaggio a Lione tra architetture e gastronomia

 
Architettura moderna a Lione
Installazione artistica luminosa


Splendidi edifici storici ed architetture contemporanee fanno di Lione una delle città più all'avanguardia d'Europa.

Il fatto poi che Paul Bocuse sia stato l'unico cuoco a mantenere per 50 anni le tre stelle della guida Michelin per il suo ristorante Collonges-au-Mont-d'Or ha certamente contribuito a fare di Lione la patria della gastronomia ad altissimo livello.

Architettura moderna a Lione
Opéra National de Lyon

Il cuore storico di Lione è la Città vecchia, caratterizzata da vicoli, piazze e passaggi segreti detti Traboules. Questi sono una peculiarità inconfondibile di Lione: nati nel Rinascimento, permettevano di andare da una strada all'altra senza fare il giro dell'isolato ma passando sotto l'edificio. Nel corso dei secoli ne vennero costruiti molti, per esempio nell'Ottocento per  permettere agli artigiani della seta di trasportare il prezioso tessuto al riparo dalla pioggia. Servirono inoltre da rifugio durante guerre e rivolte e durante la seconda guerra mondiale divennero la sede operativa della Resistenza.

Il centro storico di Lione è patrimonio Unesco
I tetti della città vecchia

Nella Place Des Terreaux ci sono il Municipio, il Museo di Belle Arti, con una vasta collezione dall'antichità all'arte moderna e la Fontana Bartholdi. 
 
Fontana Bartholdi Lione
Fontana di Bartholdi e Municipio

Poco distante, nella Place de la Comèdie c'è l'Opéra de Lyon, oggetto di una splendida ristrutturazione ideata da Jean Nouvel nel 1993. Da vedere poi la Cattedrale di Saint  Jean, le chiese di San Paolo e San Giorgio.
Tutto il centro storico di Lione è patrimonio UNESCO  dal 1998.

Orologio astronomico Cattedrale di Lione
Orologio astronomico della Cattedrale

Architettura moderna
Sei milardi di euro spesi negli ultimi anni hanno portato alla trasformazione dell'incrocio tra Rodano e Saona in un nuovo quartiere di tendenza chiamato Confluence. E' il più grande progetto europeo di recupero di aree industriali e docks portuali.
Cube Orange: progettato da Jacob & Macfarlane Architects ed inaugurato nel 2011.
Musée des Confluences: progettato dagli austriaci Coop Himmelb ed inaugurato nel 2014  ha un rivestimento in cristallo e metallo. E' un edificio monumentale, una scultura architettonica soprannominata La Nuvola.
Place Nautique: un'enorme piazza con un bacino artificiale per attività acquatiche sulla quale si affacciano edifici residenziali firmati da Fuksas, Amantea, vergely e HTVS.
Cité International: progettata da Renzo Piano occupa lo spazio dell'ex fiera di  Lione
Museo Urbano Tony Garnier: è un' importante opera di riqualificazione urbana voluta tra il 1920 e il 1933 dall'architetto  Tony Garnier ed ora diventata un museo all'aperto con splendide opere di street art.

Cite International di Renzo Piano a Lione
Cité International

Nei dintorni di Lione:
Convento di Santa Maria de La Tourette: progettato da Le Corbusier e situato nel comune di Eveux.
Stazione TGV:  opera di Santiago Calatrava del 1994.

Architettura contemporanea a Lione
Installazione artistica luminosa

DOVE MANGIARE
Anche se Paul Bocuse è morto nel 2018 all'età di 92 anni,  il suo ristorante continua ad essere il numero uno della gastronomia francese. Sempre legati al nome di Bocuse ci sono tre ristoranti che sicuramente offrono un cibo di qualità a prezzi più accessibili: Brasserie Le Nord, L'est e L'ouest.


DOVE DORMIRE
Noi abbiamo dormito qui e ci siamo trovati molto bene: Boscolo Hotel

Parcheggio des Celestin Lione
Parcheggio des Celestin

Viaggio a Lione tra architetture e gastronomia
Installazione urbana






0 Commenti