Itaca, in viaggio con Ulisse


"Ed Argo, il fido can, poscia che visto
ebbe dopo dieci anni e dieci Ulisse,
gli occhi nel sonno della morte chiuse".


 Odissea, libro XVII

Itaca
Itaca


La magia di Itaca è avvolta dal mistero del mito. Al di là della questione omerica, poco mi interessa se Ulisse sia esistito veramente. Rimane il fatto che l'Odissea è uno dei più grandi poemi nella storia della letteratura. Quando navigando si vede il profilo di Itaca all'orizzonte, non si può fare a meno di sentire l'emozione che Ulisse avrà provato approdando alla sua isola. Là hanno vissuto Penelope, Telemaco ed anche ....il cane Argo.

Reti di pescatori a Frikes
Reti di pescatori a Frikes

Quando sono sbarcata ho avuto la sensazione che ogni pietra, ogni tratto di mare raccontassero la leggenda dell'eroe: qualcosa qui deve per forza essere accaduto, non può essere solo frutto di fantasia. E il cane Argo?  L'immagine del fedele animale che aspetta il suo padrone per vent'anni e muore solo dopo averlo rivisto e riconosciuto, nonostante le sembianze da mendicante, credo che continui ad essere uno dei passi più alti sull'amore incondizionato degli animali.

Spiaggia di Polis
Spiaggia di Polis

Itaca è un'isola ionica e fa parte della prefettura di Cefalonia, dove c'è l'aeroporto più vicino. E' anche raggiugibile da Igoumenitsa, da Lefkada o da Patrasso con il traghetto.
E' montuosa, scarsamente abitata e ricoperta da una fitta macchia mediterranea. Non è tra le isole greche più frequentate dai turisti, ma è sicuramente la più selvaggia tra le ioniche e quindi consigliata a chi ama una vacanza a contatto con la natura, il mare trasparente e poca vita notturna.

Le coste selvagge di Itaca
Le coste selvagge di Itaca

Il capoluogo è Vathi, dove ci sono negozi, minimarket, ufficio postale e molti ristoranti. Da visitare a Vathi il Museo archeologico, con reperti dall'età micenea a quella romana. 
Frikes conserva il sapore dei villaggi ionici, ha un grazioso porticciolo ed è il punto di partenza di numerosi percorsi di trekking.
Nella piazza di Stavros invece si erge una statua del busto di Ulisse. Si ritiene che il palazzo sorgesse proprio nella zona e sono stati trovarti dei reperti a poca distanza dal borgo.
Kioni è un grazioso villaggio turistico pedonalizzato, quindi offre una piacevole atmosfera di relax pur non mancando tutti i confort.
Da visitare anche il Monastero Kathara.

Frikes
Frikes

Alla ricerca delle tracce di Omero non si possono perdere  la Grotta delle Ninfe, un anfratto in cui Ulisse avrebbe lasciato in custodia i propri averi e i gioielli ricevuti dai Feaci, l'Acropoli di Alalkomenes dove Schliemann pensò di aver trovato il Palazzo di Odisseo e la Fonte Aretusa, dove il fedele Eumeo portava ad abbeverare i maiali di Ulisse.

Plastico itinerario Ulisse nella piazza di Stavros
Plastico itinerario Ulisse nella piazza di Stavros


Tra  le spiagge le più famose sono quella di  Agios Ioannis, a 9 km da Vathi e Polis, la spiaggia di sassi e acqua trasparente di Stavros. AetosSarakiniko sono invece due spiagge sabbiose, mentre Dexa, secondo il mito, è la baia in cui approdò Ulisse.
Filiatro è la spiaggia più vivace di Itaca, vicina a Vathi.

Stavros e il busto di Ulisse
Stavros e il busto di Ulisse
DOVE DORMIRE: sono stata ad Itaca in giornata, partendo con il traghetto dall'isola di Lefkada dove alloggiavo. Qui vi consiglio un ottimo resort in riva al mare con piscine e spiaggia privata: Porto Galini resort

DOVE  MANGIARE: a Stavros c'è il ristorante Kanenas,  ottima cucina greca con opzioni vegetariane e vegane.

Vathi
Vathi

LIBRI IN VACANZA
Non si può partire per Itaca senza l'Odissea!

0 Commenti