Parigi contemporanea: Museo Quai Branly di Jean Nouvel

A pochi metri dalla Torre Eiffel, immerso in un rigoglioso giardino, c’è il Museo del Quai Branly, dedicato alle arti primitive ed alle civiltà non occidentali. Si tratta di una splendida architettura firmata Jean Nouvel ed inaugurata il 23 Giugno del 2006 dall’allora presidente Jacques Chirac, che ne era stato il committente durante il suo primo mandato. 

I luoghi più colorati del mondo
Museo Quai Branly

Il nome è semplicemente legato alla sua localizzazione: Quai Branly è infatti la strada lungo la Senna nel punto dove sorge il museo. 

Blog di viaggi
Museo Quai Branly

Un muro vegetale riveste la facciata rivolta verso la Senna. E' una creazione dell’artista botanico Patrick Blanc, famoso per i suoi giardini verticali tra cui anche quello del Caixa Forum a Madrid. Per il Museo Quai Branly, Blanc ha progettato una parete verde costituita da 15.000 essenze e sviluppata su una superficie di 800 mq. Verrete accolti in uno spazio apparentemente selvaggio: a pochi passi dalla Tour Eiffel, simbolo indiscusso di tecnologia, modernità ed occidente, improvvisamente sarete avvolti da una natura selvaggia in cui l'unico elemento artificiale è la lunga barriera di vetro, elemento  diafano tipico nelle opere di Nouvel.

Museo Quai Branly
Museo Quai Branly giardino verticale


Patrick Blanc
Museo Quai Branly


I giardini verticali più belli del mondo
Museo Quai Branly giardino verticale

Appena dopo l'ingresso, il paesaggista Gilles Clément ha ideato un rigoglioso giardino che vi farà dimenticare di essere in centro a Parigi: percorsi tortuosi, rallentamenti, alberi frondosi, essenze esotiche e canti di uccelli sono fruibili dal pubblico come luogo di incontro, meditazione, riposo, lettura, relax. 

Museo Quai Branly: il giardino

Un rosso caldo e profondo, che costituisce la cromia principale, si alterna ad altri colori etnici nei volumi architettonici che accolgono il visitatore verso i 4 continenti da esplorare: Asia, Africa, America, Oceania. All’interno l’esposizione è organizzata per continente, ognuno con un colore proprio che ne caratterizza lo spazio espositivo. Oltre alle opere sono presenti anche una serie di documenti multimediali ed un percorso per non vedenti con informazioni in Braille. Il museo è interamente accessibile per i visitatori disabili.

Architettura moderna a Parigi
Museo Quai Branly

La struttura occupa una superficie di 40.600 m² suddivisa in quattro edifici ed espone 3.500 oggetti provenienti da tutto il mondo e valorizzati in modo straordinario: tessuti, maschere, sculture, strumenti musicali, gioielli e totem. I due mezzanini sospesi sopra la sala delle collezioni accolgono delle mostre temporanee.

Le case più colorate del mondo
Museo Quai Branly

Ecologia, giochi di luce, sapiente uso dei materiali e dei colori, spazi verdi, sostenibilità caratterizzano questo museo: un impianto di pannelli fotovoltaici riveste le pareti verticali ed i tetti, mentre sonde geotermiche nel sottosuolo sfruttano l’inerzia termica del terreno per la climatizzazione.

I musei più belli di Parigi
Museo Quai Branly

ORARI 

Il Museo Quai Branly  è aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 11:00 alle 19:00. Ogni giovedì, venerdì e sabato, l'orario di chiusura del museo è alle 21:00. Il giardino apre intorno alle 9 del mattino.


BIGLIETTI 

Potrete acquistare i biglietti online a questo link: Museo Quai Branly Tickets

Le più belle architetture del mondo
Museo Quai Branly

DOVE MANGIARE
Sul tetto del Quai Branly si trova un bellissimo ristorante panoramico che offre una cucina raffinata: Les Ombres.

DOVE DORMIRE
Non molto distante, con una bella vista sulla torre Eiffel, io ho dormito in questo comodo albergo: novotel-paris-tour-eiffel

Blog di viaggi
Museo Quai Branly


Strade colorate nel mondo
Museo Quai Branly

LIBRI IN VACANZA 

Vi consiglio questo libro Museo Quai Branly Collection per conoscere il contenuto del museo. Se poi amate i giardini verticali o siete appassionati di giardinaggio ecco un testo di Patrick Blanc, tradotto anche in italiano: Il bello di essere pianta

Grazie per aver visitato il mio blog!



0 Commenti