Un paio di scarpette rosse

Campo di concentramento di Auschwitz
Auschwitz 1

C’è un paio di scarpette rosse
numero ventiquattro quasi nuove:
sulla suola interna si vede ancora 

la marca di fabbrica
“Schulze Monaco”. 

C’è un paio di scarpette rosse
in cima a un mucchio di scarpette infantili
a Buchenwald. 

Più in là c’è un mucchio di riccioli biondi
di ciocche nere e castane
a Buchenwald.
Servivano a far coperte per i soldati.
Non si sprecava nulla
e i bimbi li spogliavano e li radevano
prima di spingerli nelle camere a gas. 

C’è un paio di scarpette rosse
di scarpette rosse per la domenica
a Buchenwald.
Erano di un bimbo di tre anni,
forse di tre anni e mezzo.
Chi sa di che colore erano gli occhi
bruciati nei forni,
ma il suo pianto
lo possiamo immaginare,
si sa come piangono i bambini. 

Anche i suoi piedini
li possiamo immaginare.
Scarpa numero ventiquattro
per l’eternità
perché i piedini dei bambini morti
non crescono.

C’è un paio di scarpette rosse 
a Buckenwald quasi nuove 
perché i piedini dei bambini morti 
non consumano le suole.
Joyce Lussu

Cosa vedere a Cracovia
Auschwitz 1

Oggi Una goccia di colore si tinge di nero.
Un nero cupo e profondo, espressione della follia distruttrice umana, un nero di soprusi e morte, un nero di dolore. Solo una goccia di rosso, il rosso di quelle scarpette e di quei pantaloncini, ci ricorda la vita spenta di quei piccoli piedini.

Campo di concentramento di Auschwitz dove si trova
Auschwitz 1

Una volta nella vita bisogna andare ad Auschwitz. Bisogna camminare tra quelle baracche, respirare l'assenza di vita, l'alienazione di qualsiasi libertà, bisogna andare per dire basta, mai più.

I binari di Birkenau
Birkenau

Bisogna vedere quei binari a Birkenau e la bocca spalancata e perversa dell'edificio che li inghiotte e che solo una mente sadica e malata può aver concepito.

Come arrivare ad Auschwitz
Auschwitz 1

Non aggiungo altro, credo che ogni parola sia assolutamente superflua, solo qualche informazione tecnica.

Treno di Auschwitz
Il treno di Birkenau

Auschwitz-Birkenau, Campo di concentramento e campo di sterminio tedesco nazista: questa è la denominazione che l'UNESCO ha dato al luogo nel 1979.
Il campo, ubicato nel Comune di Oświȩcim, era costituito da un vasto complesso di campi di lavoro e concentramento. Auschwitz I, il campo di sterminio di Birkenau, denominato Auschwitz II, il campo di lavoro di Monowitz  (Auschwitz III) ed altri 45 campi minori in cui i deportati venivano utilizzati nelle varie industrie tedesche.

Birkenau cosa vedere
Birkenau

Biglietti di ingresso ad Auschwitz
Gli ingressi individuali sono gratuti, ma mentre a Birkenau, data la vastità della superficie, si può accedere senza problemi, ad Auschwitz I, in cui è allestito il museo dell'Olocausto, è necessario avere una prenotazione, altrimenti è impossibile entrare a causa del grande numero di visitatori. Vi consiglio quindi di acquistare i biglietti on line. In Auschwitz I è anche vietato portare borse grandi ed oggetti ingombranti. Una navetta vi condurrà da Auschwitz a Birkenau.

Museo dell'olocausto
Birkenau

Come arrivare ad Auschwitz
Oświȩcim dista 70 chilometri circa di Cracovia. Si può raggiungere con facilità se avete la vostra auto a disposizione, ma anche con il treno. La stazione dista 2 chilometri dal campo ma c'è un servizio navetta. A Cracovia inoltre molte agenzie organizzano l'escursione ad Auschwitz con trasporto ed ingresso tutto compreso e partenza dal centro città o le potete anche prenotare on line da questo link: Escursioni da Cracovia.

Dove dormire a Cracovia
In posizione centralissima, vi suggerisco Sky Hotel




1 Commenti