Il quartiere della Defense a Parigi


La Défense è un grande quartiere finanziario che si trova nella parte occidentale di Parigi

In contrasto con lo stile architettonico parigino, il quartiere mostra l'identità più moderna e innovativa della città. Si estende su parte dei comuni di Nanterre, Courbevoie e Puteaux, ed è collegato al centro città tramite una fitta rete di strade, metro ed infrastrutture.

Visitare il quartiere de La Defense
La Defense

Il nome del quartiere è legato a quello della statua La Défense de Paris realizzata da Louis-Ernest Barrias nel 1883 per commemorare i soldati che avevano difeso la città durante la guerra franco prussiana.

I palazzi più belli di Parigi
La Defense

La sua costruzione iniziò nel 1958 in una zona in cui vi erano  fattorie e piccole fabbriche. Pensato  come distretto commerciale, con il passare del tempo è diventato il simbolo dell'architettura moderna con la presenza di altissimi  grattacieli in vetro e acciaio.

Grande Arche
Grande Arche

ll monumento simbolo della Defense è la Grande Arche, una moderna interpretazione dell’Arco di Trionfo. Collocata quasi sullo stesso asse dell'Arco di trionfo napoleonico e degli Champs Elysées, con una impercettibile deviazione legata a problemi tecnici,  è costituita da una straordinario volume a forma di cubo, alto 110 metri e largo 108, svuotato al centro, ricoperto di vetro e marmo bianco di Carrara e impreziosito da un'enorme tenso-struttura sospesa.  

Grande Arche
Grande Arche

L'Arco è stato progettato dall'architetto danese Johan Otto Von Spreckelsen che l'ha concepito come una versione contemporanea dell'Arco di Trionfo dell'Etoile, cioè un monumento consacrato agli ideali umanitari, piuttosto che alle vittorie militari. Dopo la sua morte, nel 1987, la realizzazione fu completata dall'architetto Paul Andreu, famoso progettista di aeroporti.

Cosa vedere a Parigi
La Grande Arche vista dalla Fontana di Yaacov Agam 

La progettazione fu effettuata dopo un concorso proposto dal presidente Francois Mitterand per il prolungamento dell'asse storico di Parigi. I lavori iniziarono nel 1983 e l'inaugurazione avvenne nel 1989, in occasione del bicentenario della Rivoluzione Francese.

Cosa fare a Parigi in un week end
Arco dell'Etoile  visto dalla Defense

Nei volumi nord e sud hanno sede alcuni uffici governativi. La parte superiore era un centro per congressi ed esposizioni, con un'ampia terrazza accessibile al pubblico dove si giungeva per mezzo di ascensori panoramici. Nel gennaio 2011 il Ministero dello Sviluppo Sostenibile francese ha deciso la chiusura definitiva dell'Arco al pubblico, al fine di recuperare spazio destinato ad  uffici e sale riunioni, privando così il quartiere del suo monumento più visitato, circa 250.000 turisti all'anno. La chiusura al pubblico ha provocato anche la chiusura del Museo dell'Informatica, l'unico in Francia, che si trovava sull'Arche. 

Benedetto Buffalino
La voiture sur le lampadaire

Il quartiere della Defense è anche un grande museo di arte contemporanea a cielo aperto. 
Benedetto Buffalino, deformando gli oggetti di uso comune o privandoli della loro funzione, nel 2019 ha realizzato La voiture sur le lampadaire, installando un'automobile capovolta sopra ad un lampione.

Deux personnages fantastiques Joan Mirò
Deux personnages fantastiques

Ci sono poi la celebre scultura Le Pouce realizzata dall'artista francese César nel 1965 che riproduce l'impronta digitale del suo creatore, Deux personnages fantastiques di Joan Miró, L'Araignée rouge di Alexander Calder, la Fontaine di Yaacov Agam e La Danse di Shelomo Selinger.

Le sculture più colorate del mondo
L'Araignée rouge

Tour Moretti a Parigi
Tour Moretti

La Tour Moretti è una realizzazione dell’artista francese Raymond Moretti, che ha rivestito un camino d’aerazione di 32 metri d’altezza con 672  tubi di fibra di vetro policromi.
I tubi hanno un diametro che varia tra i 2 e i 30 centimetri e creano un sorprendente effetto percettivo.

Una goccia di colore
Tour Moretti

Questi tubi hanno una lunghezza complessiva di 22 km, pesano 27,5 tonnellate e ricoprono l'intera superficie esterna del camino. Di notte, l'illuminazione permette alla struttura di riflettersi sulle facciate e sulle finestre degli edifici circostanti.
E' stata completata nel 1990 e inaugurata nel 1995.

Luisa Bernasconi racconta i suoi viaggi a colori
L'Araignée rouge et Tosca colorée

COME ARRIVARE
In metropolitana c'è la fermata La Defense-Grande Arche

DOVE MANGIARE
Nel centro commerciale davanti alla Grande Arche vi consiglio Le Paradis du Fruit, specializzato in cibo biologico, fresco, insalate, frutta.

DOVE DORMIRE
Vicino alla Grande Arche, vi propongo un confortevole residence residhome-Puteaux-la-Defense.

Cosa vedere in Francia
Segnalazione attraversamento bambini alla Defense


LIBRI IN VACANZA






0 Commenti