Montemerano in Maremma, uno dei borghi più belli d'Italia

Classificato tra i Borghi più Belli d’Italia, Montemerano è un paese tipicamente medievale, uno dei più belli e rappresentativi della Maremma e di tutta la Toscana. 

Montemerano fa parte del comune di Manciano, in provincia di Grosseto, e si adagia su una collina immersa nel verde di olivi e cipressi. E' un centro che ha conservato all'interno delle mura il tessuto urbano antico e, in una fitta trama di vicoli e piazze, sarete coinvolti da scorci stupendi e piacevoli sorprese.

Blog di viaggi
Montemerano

Secondo recenti studi l’origine del nome di Montemerano verrebbe da Mons Marianus e quindi dal Console Mario. I primi documenti che attestano l'esistenza dell'insediamento urbano risalgono al IX secolo, quando l’Imperatore Arnolfo concesse il Castello di Montemerano all’Abbazia di San Salvatore. Intorno all'anno mille il borgo divenne possedimento della famiglia Aldobrandeschi, nel Duecento feudo dei Baschi di Orvieto, nel 1382 entrò a far parte della Repubblica di Siena ed infine del Granducato di Toscana.

Cosa vedere in Maremma
Montemerano

Chiesa di San Giorgio
La Chiesa di San Giorgio è tra i più importanti monumenti di arte romanica di tutta la Maremma ed è dedicata al Santo Patrono di Montemerano. Fu costruita con molta probabilità durante la prima metà del XIV secolo per ordine dei conti Baschi ed ampliata in epoca rinascimentale con l'aggiunta del transetto e dell'abside.
Nel corso dei secoli successivi vennero effettuati alcuni interventi sia all'interno che all'esterno, ma una serie di recenti restauri ha permesso di riportare l'edificio all'antico splendore. La facciata in travertino presenta all'angolo sinistro una piccola torre incompiuta che sarebbe dovuta diventare il campanile della chiesa.

Le più belle chiese romaniche della Maremma
Chiesa di San Giorgio a Montemerano

All'interno della Chiesa di San Giorgio sono conservati capolavori artistici di varie epoche. Tra le opere più interessanti ci sono gli affreschi del transetto e del presbiterio, lo splendido polittico Madonna in trono col Bambino e Santi eseguito da Sano di Pietro nel 1458, la statua lignea di San Pietro ed il rilievo policromo su legno dell’Assunta, entrambi firmati dal Vecchietta. Infine potrete vedere la famosa Madonna della Gattaiola, attribuita ad un artista locale anonimo, tradizionalmente noto come Maestro di Montemerano. L'opera è in stile tardo gotico con influssi rinascimentali ed è attualmente custodita all'interno di una teca in vetro. Raffigura l'Annunciazione e probabilmente aveva un corrispettivo Angelo annunciante andato perduto. Nel corso del tempo il dipinto venne utilizzato come anta di una porta e nella parte inferiore destra potrete notare la presenza di un foro circolare praticato forse dal parroco dell’epoca come passaggio per i gatti che avrebbero dovuto tenere alla larga i topi dalla sagrestia o dal magazzino.

Arte rinascimentale in Maremma
Polittico di Sano di Pietro

Piazza del Castello
L'antico castello aldobrandesco di Montemerano è stato profondamente trasformato nel corso del tempo e progressivamente inglobato in strutture più recenti. La piazza costituisce uno degli angoli più caratteristici del borgo e vi comparirà in tutto il suo equilibrio urbanistico ed architettonico dopo che avrete varcato l’arco di accesso, un’antica porta ricavata nella cinta muraria. Che si tratti del Palazzo del Podestà o di abitazioni civili in pietra, tutto concorre a creare un suggestivo gioco di linee e colori, esaltato dalle scale e dai balconi fioriti, dall'asimmetria dei tetti, dall'eleganza di finestre e loggiati. In fondo alla piazza si apre la Piazzetta del Forno, dove si trova Casa Carli, dimora di una delle famiglie più importanti di Montemerano almeno a partire dalla fine del ‘700. Su di una parete si conserva ancora una scritta di epoca risorgimentale: “Viva Mazzini”

Blog di viaggi
Piazza del Castello a Montemerano

A Montemerano ogni angolo, ogni scorcio ed ogni vicolo sono secondo me da immortalare. Il mio consiglio è di percorrere tutto il centro storico assaporandone l'atmosfera medioevale, apprezzandone l'ordine e la pulizia, ammirando l'omogeneità dei materiali, il decoro delle essenze vegetali e dei curatissimi fiori.

Pierre Marcalli a Montemerano
Montemerano

Cinta muraria
Nei secoli il borgo venne dotato di  tre cerchie di mura: la più antica racchiudeva il castello, cioè la parte più alta del paese, la seconda, edificata nel XV secolo ad opera dei Senesi, proteggeva anche il quartiere intorno alla rocca e l’ultimo intervento completò l’assetto difensivo includendo anche la chiesa di San Giorgio.

Cosa vedere a Montemerano
Montemerano

Eventi a Montemerano
A Montemerano si svolgono ogni anno due interessanti eventi: la Festa di San Giorgio, dedicata al Santo patrono, durante la quale vengono organizzati cortei medievali, giochi e la tradizionale Giostra del Drago e la Festa delle Streghe, un modo non convenzionale per festeggiare Halloween con spettacoli dal vivo, buona musica, prodotti tipici, laboratori e... streghe.


Dove mangiare a Montemerano
Da Caino, in via della Chiesa 4, è un ristorante stellato con 2 stelle Michelin che offre piatti della tradizione contadina maremmana rivisitati in chiave contemporanea.


Dove dormire a Montemerano
Se cercate un posto di charme, immerso nella pace e nella natura, vi consiglio il casale vicino a Saturnia dove ho alloggiato io: Podere Arco


0 Commenti