Ville Savoye di Le Corbusier a Poissy

Ville Savoye è una residenza privata progettata dall'architetto razionalista svizzero Le Corbusier e costruita tra il 1928 e il 1931 su commissione di Pierre Savoye. Si tratta del manifesto più conosciuto del Movimento moderno. La Villa è stata dichiarata patrimonio UNESCO nel 2016, insieme ad altri 16 edifici di Le Corbusier.

Le Corbusier a Poissy
Ville Savoye

Come architetto, trovarmi di fronte a Ville Savoye è stata davvero un'esperienza molto intensa. L'ho studiata all'università, l'ho spiegata molte volte ai miei alunni, ho letto libri, ma viverla realmente mi ha portato un'ondata emozionale forte, soprattutto osservando la modernità e la funzionalità di spazi e volumi progettati quasi in un secolo fa. Per non parlare della vasca, rivestita in piastrelline azzurre e separata dalla camera da letto attraverso una chaise longue in muratura: quasi impensabile per l'epoca in cui è stata realizzata.

Gli edifici più importanti del mondo
Il bagno padronale a Ville Savoye

Non è ancora del tutto chiaro se la famiglia Savoye, che viveva a Parigi, volesse trasferirsi a Poissy o semplicemente costruire una seconda casa di campagna ma, date le dimensioni, a me verrebbe da pensare che l'intenzione fosse prima o poi quella di trasferirsi qui.
Le Corbusier scrisse una volta che i Savoye volevano vivere in campagna, da altri documenti invece risulta che la famiglia volesse una casa per il fine settimana. Rimane il fatto che Le Corbusier e suo cugino Pierre Jeanneret nella primavera del 1928 ricevettero dal ricco assicuratore Pierre Savoye e da sua moglie Eugénie l'incarico per la progettazione della loro casa a Poissy.
Le Corbusier aveva 41 anni, era già molto noto come teorico, meno come progettista: l'incarico rappresentò quindi per l'architetto l'occasione di mettere in pratica i suoi principi, considerando anche che i committenti, oltre ad avere a disposizione un budget notevole, lo lasciarono molto libero nella fase progettuale, mettendo come unico vincolo un elenco di spazi funzionali per loro indispensabili.

Ville Savoye
Ville Savoye

Villa Savoye è generalmente considerata l’espressione più chiara di quelli che Le Corbusier chiamò I cinque punti di una nuova architettura: l'uso dei pilotis, cioè sottili colonne che, sollevando l'edificio dal suolo, potessero garantire anche isolamento dall'umidità, ventilazione e continuità spaziale a livello del terreno, la pianta libera, la facciata libera, le finestre a nastro, il tetto piano.

Cosa vedere in Francia
Ville Savoye

Al fine di ottenere la flessibilità funzionale di cui l'architetto svizzero aveva bisogno per progettare  pianta e  facciate libere, fu necessaria una struttura a telaio: Le Corbusier scelse il calcestruzzo armato.  La geometria basata sul rettangolo e sul quadrato divenne quindi  fondamentale sia per differenziarsi dalle forme organiche dell'Art Nouveau, ma anche per adattarsi alle strutture intelaiate in calcestruzzo armato. Le Corbusier introdusse quindi volumi puri, solidi ortogonali, ma anche forme basate su archi di cerchio ed ellittici, come nel caso del corpo scala e del solarium che danno movimento e dinamismo alle quattro facciate più statiche.

Ville Savoye
Il soggiorno di Ville Savoye

Un altro punto importante fu il ruolo dell’automobile che influenzò lo schema funzionale dell’edificio: una larga porzione del piano terra, infatti, fu destinata ad un garage per tre vetture. La casa comprendeva anche un monolocale per l’autista. Nei pressi dell'ingresso alla proprietà invece venne realizzato un piccolo edificio, la Casa del Giardiniere.

Le case più belle del mondo
Ville Savoye

La meccanica e la tecnologia erano viste all’epoca come elementi capaci di trasformare un'abitazione in  “macchina per abitare”. Sia il committente, sia l’architetto dedicarono molta attenzione agli impianti, che comprendevano un sistema di riscaldamento, adduzione idrica e illuminazione artificiale.

Ville Savoye
Ville Savoye: la scala

La distribuzione degli ambienti è così strutturata: al piano terra la hall d’ingresso, il garage, gli alloggi dell’autista e della cameriera, la lavanderia e l’appartamento per gli ospiti, al primo piano l’alloggio dei Savoye con la camera, un salottino/ufficio ed il bagno padronali, disimpegnati in modo autonomo rispetto agli altri ambienti, la camera del figlio, la camera degli ospiti, il pranzo, la cucina, il soggiorno e la terrazza, al terzo piano il solarium. La comunicazione verticale è risolta da un rampa che collega il piano terra ed il primo piano e dalla famosa scala elicoidale comune a tutti i piani. La pianta è stata definita usando il rapporto della sezione aurea, un quadrato diviso in sedici parti uguali, esteso su due lati per incorporare le facciate sporgenti e poi ulteriormente divise per dare una posizione alla rampa e all’ingresso.

Ville Savoye Le Corbusier
Ville Savoye

La casa fu completata nel 1929 ma venne considerata abitabile solo nel 1931, a causa di una serie di problemi tecnici. I Savoye abitarono la villa per soli nove anni, in quanto venne prima occupata nel 1940 dall’esercito tedesco, poi dagli alleati, in seguito il comune di Poissy la volle trasformare in Maison des Jeunes collocandovi un liceo ed infine divenne proprietà dello stato francese nel 1958, sopravvivendo a vari piani di demolizione. Le Corbusier, continuando a considerarla propria, quasi come una figlia, avrebbe voluto trasformarla in un museo internazionale ed ottenerne il giusto riconoscimento di opera d’arte. 
Nel 1965 venne designata  monumento storico ufficiale di Francia.

Architettura moderna in Francia
Ville Savoye

E’ stata completamente rinnovata tra il 1985 e il 1997  sotto la supervisione del Centre des Monuments nationaux
Dopo quasi un secolo dalla sua costruzione, Ville Savoye rimane il  Manifesto dell’architettura moderna e del razionalismo poetico di Le Corbusier.

Architettura razionalista in Francia
Ville Savoye

ORARI
Dovrebbe essere aperta dalle 10 alle 17 con orario continuato, con una pausa dalle 13 alle 14 solo nella stagione invernale ma, durante la mia recente visita, è stata chiusa dalle 13 alle 14 nonostante fosse agosto. Vi consiglio quindi di evitare l'ora di pranzo.

BIGLIETTI
Potrete acquistare i biglietti on line a questo link: Ville Savoye ingresso


Ville Savoye
Ville Savoye


LIBRI IN VACANZA
Vi propongo ovviamente dei testi ma anche  uno splendido e purtroppo costoso modellino in scala della Lego. Grazie per aver visitato il mio blog!



0 Commenti