Visitare Obidos, un borgo medioevale a colori

Obidos è una città portoghese nel distretto di Leiria situata a 85 chilometri da Lisbona ed è uno splendido borgo medioevale a colori.

Il Castello di Obidos domina il coloratissimo centro abitato dove le case bianche sono decorate con lesene e cornici gialle o blu, le porte sono rosse e gli azulejos illuminano le pareti degli edifici storici.

Cosa vedere a Obidos
Centro storico di Obidos

Cenni storici 
I primi insediamenti ad Obidos risalgono al Paleolitico. 
Fu abitata dai Celti, dai Romani, dai Visigoti e dagli Arabi. 
Nel XII secolo il primo re del Portogallo Alfonso Henriques iniziò la reconquista e la trasformò in una delle cinque roccaforti difensive del regno.

Pareti gialle e blu
I colori tipici di Obidos

Cosa vedere a Obidos
L'attrazione principale di Obidos è tutto il suo Centro storico: è bello passeggiare in questo dedalo di vie strette e pavimentate in pietra, fiancheggiate da muri in calce dove il bianco delle pareti è interrotto da dettagli coloratissimi che trasformano ogni scorcio in una sorpresa. La Rua Direita è la via principale che collega la Porta da Vila al Castello.

Architettura civile

  • Le mura: Obidos è circondata da mura, lunghe 1,5 chilometri e in alcuni punti alte fino a 13 metri, la cui costruzione risale alla dominazione dei Mori. L'aspetto odierno è dovuto ad un restauro del XVIII secolo, dopo il violento terremoto del 1755.  Il percorso è affascinante e consente di  osservare la città dall'alto. Prestate però attenzione, soprattutto nelle ore serali e notturne, perchè il camminamento è sprovvisto di protezione.
  • Il Castello:  costruito nel XII secolo sotto il governo di Dom Dinis assunse l'aspetto attuale nel Cinquecento. E' stato dichiarato una delle sette meraviglie del Portogallo. Il suo interno è stato trasformato in un elegante e raffinato albergo: la Pousada do Castelo.
  • Porta da Vila: quattro sono le porte di accesso al borgo e la Porta da Vila è la principale. E' rivestita di azulejos raffiguranti scene della Passione. Il soffitto è interamente affrescato e simboleggia la corona di spine.
  • Museo municipal: in un edificio settecentesco sono esposti dipinti di varie epoche tra cui il ritratto di Faustino das Neves dipinto dalla pittrice Josefa de Obidos.
  • Acquedotto: edificato nel XVI per fornire acqua agli abitanti di Obidos su volere della regina Caterina, si trova a sud est della porta principale della città.
  • Pelourinho: è una gogna in pietra che veniva usata per le impiccagioni.

Le cinque meraviglie del portogallo
Castello di Obidos

Architettura religiosa

  • Igreja de Santa Maria: è la principale chiesa di Obidos, con un bel  portale rinascimentale e all'interno preziosi azulejos. Fu fondata dai Visigoti, divenne poi moschea nell'VIII secolo ed infine chiesa nel XII. Danneggiata dal terremoto del 1535, venne restaurata un stile rinascimentale.  All'interno  c'è un'interessante opera della pittrice Josefa de Obidos: Sposalizio mistico di Santa Caterina.
  • Igreja da Misericordia: fondata nel XV secolo presenta un'interessante statua di Maria  in antica porcellana azzurra.
  • Igreja de Sao Pedro: costruita in stile  gotico ed in seguito  distrutta dal terremoto 1755, venne ricostruita in stile barocco. All'interno vi è la tomba di Josefa de Obidos.
  • Santuario do Senhor da Pedra, di origine barocca si trova fuori dalle mura e presenta una caratteristica pianta esagonale.

Josefa de Obidos
Centro storico di Obidos

Eventi a Obidos

  • Festival del cioccolato: si tiene in primavera, di solito tra aprile e maggio. Sculture di cioccolato, degustazioni, workshop e dimostrazioni di chef internazionali sono gli elementi principali di questo evento da acquolina in bocca.
  • Mercato medioevale, con personaggi in abiti d'epoca, giocolieri e artigianato.
  • Musica: a Obidos hanno luogo molti eventi musicali nel corso dell'anno che vanno dalla stagione di musica classica, a quella barocca e al festival del clavicembalo.

Come arrivare a Obidos
Se siete autonomi con la vostra auto vi consiglio di rimanere ad Obidos almeno due giorni. 
Se vi trovate a Lisbona ci sono molti viaggi organizzati in giornata: Tour da Lisbona ad Obidos in giornata

Dove mangiare a Obidos
A Nova Casa de Ramiro, in centro, si mangia benissimo con opzioni vegetariane e vegane per chi, come me, sta dalla parte degli animali e dell'ambiente.

Dove dormire a Obidos
Noi abbiamo dormito in un interessante hotel letterario situato nell'edificio di un ex convento: Estalagem do convento

Potete scaricare qui la vostra Miniguida di Obidos, un piccolo modo per ringraziarvi della visita al mio blog!

Viaggi a colori
Spiaggia di Nazarè

Cosa vedere nei dintorni di Obidos

  • Nazaré: Obidos dista 35 minuti di auto da Nazaré, famosa località balneare e paradiso dei surfisti per le onde gigantesche dell'oceano. Si prende il sole in spiaggia nelle tende a causa del forte vento.
  • Batalha: a tre quarti d'ora in direzione nord vi consiglio di visitare il Monastero di Batalha, maestoso edificio gotico e manuelino, patrimonio UNESCO dal 1983.
  • Fatima: famoso luogo di pellegrinaggio cattolico, sede dell'omonimo santuario. Dista circa un'ora di auto da Obidos.



0 Commenti