Lungo le sponde dell'Acheronte


Ed elli a me: "Le cose ti fier conte
quando noi fermerem li nostri passi
su la trista riviera d'Acheronte"

Dante, Inferno, Canto III

Così parlò Virgilio a Dante nel terzo canto dell'Inferno quando giunsero sulla riva dell'Acheronte, dove Caronte traghetta le anime dannate.
Secondo la mitologia greca l'Acheronte sarebbe un ramo dello Stige, uno dei fiumi degli Inferi, attraverso il quale il nocchiero dell'oltretomba traghetta le anime verso l'Ade. E' citato nell'Odissea, nelle Rane di Aristofane, nell'Eneide e ne parlò anche Shakespeare. Il principale Acheronte si trova in Grecia, nell'Epiro e scorre nei pressi di Parca. Nelle sue vicinanze si possono visitare i resti del Nekromanteion, l'oracolo della morte dedicato ad Ade e Persefone, cioè il luogo dove le persone si recavano per entrare in contatto con gli antenati defunti. Lo stesso Ulisse, nel libro XI dell'Odissea, fece il suo ingresso nell'Ade attraverso il nekromanteion ed il rito della Nekyi grazie al quale incontra l'anima dell'indovino Tiresia.
"O di Laerte figlio divino, scaltrissimo Ulisse, or come mai, sventurato, lasciata la luce del sole, giunto sei qui, per vedere la trista contrada dei morti?"

fiume acheronte
Fiume Acheronte

Oggi le acque dell'Acheronte non sono così inquietanti, anzi, scorrono tranquille in un ambiente naturale ricco di ecosistemi e habitat per tante specie animali e vegetali. Nel tratto a monte però ci sono molte gole e stretti canion, inoltre in alcuni punti conformazioni carsiche conducono le acque nel sottosuolo. Per questo motivo probabilmente gli antichi Greci hanno associato il fiume Acheronte ad un varco di comunicazione con gli Inferi.

Reti di pescatori sulle sponde dell'estuario
Reti di pescatori sulle sponde dell'estuario

Verso la sorgente si può praticare trekking, fare il bagno nelle verdi lagune o noleggiare una canoa e percorrere le strette gole.

Reti di pescatori sulle sponde dell'estuario
Reti di pescatori sulle sponde dell'estuario

Alla foce dell'Acheronte coloratissime reti di pescatori distolgono il pensiero del turista dal buio dell'Ade: acque verdi, ristorantini, locali tipici e barche da noleggiare.

Acheronte Grecia
Acheronte

Si può anche partecipare ad un'escursione organizzata: con un barcone vi faranno risalire l'Acheronte per un'ora circa di percorso alla scoperta di una delle zone umide più ricche di Grecia nei suoi ecosistemi. 

Nido del pendolino estuario acheronte
Nido del pendolino

Potrete vedere gli ingegneristici nidi del pendolino, le dighe dei castori, le cicogne e la biodiversità della  vegetazione.

Acheronte nekromnteion
Acheronte: verso la foce

Reti di pescatori sulle sponde dell'estuario
Reti di pescatori sulle sponde dell'estuario

Parga, il Nekromanteion e la foce dell'Acheronte distano circa 50 km dal porto di Igumenitsa.


LIBRI IN VACANZA
La visita al Nekromanteion può essere una buona motivazione per rileggersi  l'Odissea

1 Commenti